Home Blog 10 Modi per Fatturare su Amazon e su eBay – Vendere Online

10 Modi per Fatturare su Amazon e su eBay – Vendere Online

10 Modi per Fatturare su Amazon e su eBay – Vendere Online
0
0

La convenienza di vendere online è ormai un dato assodato ora si tratta solo di capire come farlo bene esordisce Andrea Boscaro esperto di commercio elettronico imprenditore formatore.

L’opportunità parte dal privato che vuole monetizzare il contenuto della cantina oltre (8,5 milioni in Italia vendono online) al piccolo imprenditore che espone e vende nei negozi virtuali.

La buona notizia è che si può fatturare anche senza bisogno di allestire un proprio shop i Marketplace, guida nel settore sono Amazon ed Ebay.

Il primo domina la scena sia come fatturato ovvero 100 miliardi di dollari sia come numero di clienti, il secondo che ha festeggiato vent’anni di vita era nato sul mercato delle aste per poi andare oltre solo in Italia ha reso milionarie oltre 100 realtà più il 19% rispetto all’anno precedente, nel mondo conta 162 milioni di venditori e 25 milioni di acquirenti in Italia 5 milioni di acquirenti e oltre 30 milioni di venditori professionisti… ma come si fa?

ecco 10 dritte per far funzionare il proprio negozio virtuale.

1 esserci non basta

Il primo errore il più diffuso è quello di pensare che per fare grandi guadagni basti mettersi su un sito che fa grandi numeri.

Spesso con la popolarità di un marketplace cresce infatti anche il numero di concorrenti perciò occorre distinguersi realizzare un annuncio accattivante lavorare sul titolo le foto e la descrizione utilizzare anche tecniche SEO per farsi trovare dai motori di ricerca mettendo nell’annuncio i termini più ricercati se il target e competitivo bisogna usare un linguaggio tecnico altrimenti evidenzia la funzionalità d’uso del prodotto solo in questo modo ci si distingue e si ha una chance di successo spiega Boscaro. 

2 trova lo spazio giusto

Un marketplace non vale l’altro; la prima distinzione da fare sopratutto per i privati meglio buttarsi su eBay, le aziende invece meglio su Amazon.

Per vendite occasionali e di prodotti ingombranti meglio orientarsi su portali locali come Subito.it che implicano un contatto diretto i portali locali sono più economici mentre quelli più organizzati richiedono una percentuale sugli incassi la spedizione ha senso per prodotti di più piccoli costosi e tecnologici rispetto ha un prodotto artigianale, per esempio; può scegliere eBay ma uno stesso prodotto può anche essere venduto su più piattaforme diverse ma attenzione guai a fare il copia incolla di una scheda prodotto l’annuncio va sempre personalizzato in base alla piattaforma e soprattutto non va mai ripetuto tale e quale perché questo viene penalizzato dai motori di ricerca di Google spiega massimo Cappanera esperto di web marketing e consulente per le aziende che vogliono vendere online.

Amazon, the US e-commerce and cloud computing giant is said to hire 1,000 people in Poland. The company already hires almost 5,000 people in Poland and has service centers in Gdansk, Wroclaw and Poznan ON 14 April 2016. (Photo by Jaap Arriens/NurPhoto via Getty Images)

3 la fiducia

Spesso si pensa che la vendita su internet sia una modalità fredda e asettica niente di più sbagliato, anche online e si può generare fiducia anzi è fondamentale ed è questo che fa la differenza e spinge i clienti a comprare e ricomprare.

Per generare fiducia bisogna lavorare sulla credibilità è sempre più frequente che il potenziale acquirente prima di dedicarsi a te o decidere se acquistare il tuo prodotto meno verifichi l’affidabilità del venditore.

Allora cosa bisogna fare?

Lavorare sulla propria reputazione anche grazie ai social network è una strategia vincente dare informazioni su attività svolte e transazioni effettuate crea trasparenza avere tante recensioni è importante perché in genere solo che si è trovato male scrivi un commento la sfida è quella di stimolare la maggioranza silenziosa quella a cui è andato tutto bene ed è piaciuto il tuo prodotto a non restare in silenzio e a poter commentare la sua esperienza d’acquisto e  regalarti un feedback.

Mettici la faccia

Metterci la faccia vuol dire farlo anche in senso proprio aggiungendo la propria fotografia il cliente si fida più facilmente di una persona che vede in faccia e poter leggere il proprio nome.

Inoltre puoi lavorare sul (costamar care);
ovvero dare servizi aggiuntivi e di post vendita è utile per aumentare la credibilità.

5. Anticipa il cliente

Funziona molto bene mettersi nei panni del cliente anticipare le tue domande, vediamo come si può fare ad esempio vendiamo un ventilatore specifichiamo se è silenzioso o meno perché il cliente te lo chiederà quando si trova la risposta ad una domanda ancora prima di averla formulata si elimina un ostacolo alla vendita ovvero la capacità di eliminare le obiezioni.

6. Verifica il prezzo e regala la spedizione

Il primo passo da fare è l’analisi della concorrenza in genere gli annunci vengono messi in ordine di prezzo per questo conviene leggere tutti gli annunci simili che vendono lo stesso tipo di prodotto anche se un prezzo di €0,10 inferiore questi garantisce il primo posto.

Un trucco che funziona bene e mettere gratis la spedizione anche a fronte di un prezzo superiore l’aquirente in genere preferisce spendere €110 e avere la spedizione gratis piuttosto che spendere 100 più 10 di spedizione.

Chi ha un prezzo competitivo ha più chance su eBay invece che su Amazon, non potendo battere Amazon stesso sul prezzo a fare la differenza sono le recensioni private.

In alcuni casi i venditori regalando i propri prodotti agli influencer che poi danno un feedback positivo ma non troppo altrimenti non c’è credibilità, tutto questo fa crescere il ranking.

7. Foto belle e realistiche

L’aspetto visivo è fondamentale perchè la gente non compra le parole quindi bisogna affidarsi alle immagini, meglio evitare le foto generiche anche patinate il Consiglio è preferire foto belle ma realistiche se il prodotto ha difetti meglio metterli subito in evidenza in caso contrario il rischio è che il cliente nel momento in cui lo scopre chiede uno sconto o addirittura un rimborso.

… Ricorda; vendere online è questione di attenzione ai dettagli.

“se questo post e ti è piaciuto ti prego di aiutarmi a condividerlo clicca sul tasto Mi Piace dove lo trovi oppure lascia un commento per farmi una domanda ti rispondo immediatamente grazie per la tua attenzione al prossimo post”.

LEAVE YOUR COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.